Home Appennino Reggiano Al via a Casina “Intrecci – Sentieri tra Arte e Natura”, cartellone...

Al via a Casina “Intrecci – Sentieri tra Arte e Natura”, cartellone dell’Associazione Effetto Notte con appuntamenti culturali per tutta l’estate


Ora in onda:
_______________



Al via a Casina “Intrecci – Sentieri tra Arte e Natura”, cartellone dell’Associazione Effetto Notte con appuntamenti culturali per tutta l’estatePrende ufficialmente il via venerdì, 24 giugno, il festival Intrecci – Sentieri tra Arte e Natura, proposto in questa terza edizione dall’Associazione Culturale Effetto Notte: una serie di appuntamenti outdoor che creano percorsi congiunti tra diverse forme d’arte nell’ambiente incomparabile del medio Appennino e del territorio casinese in particolare.

Il Parco Pineta, il Lago dei Pini, il Castello di Sarzano sono alcune delle location straordinarie e versatili in grado di accogliere eventi legati al teatro, alla musica, alla letteratura, declinando anche queste forme d’arte in attività per bambini e ragazzi.

A partire dal 24 giugno e fino al prossimo ottobre, è prevista una serie di iniziative: il teatro sarà presente in molteplici occasioni. Venerdì si comincia nel Parco Pineta con “Ad esequie avvenute”, testo e regia di Francesca Bianchi, una produzione della Scuola di teatro Spazio EffeBi 19, liberamente ispirato al racconto “Il povero Piero” di Achille Campanile. La scomparsa del povero Piero suscita reazioni diverse tra la moglie, cognate, parenti, suocera e amici vari. Le sue ultime volontà prevedevano che della sua dipartita non si sapesse nulla fin dopo le esequie, ma la notizia – a quanto pare- è trapelata. La paradossale e sgangherata vicenda del protagonista diventa un pretesto per alcune considerazioni non solo sull’assurdità dei comportamenti umani, ma anche su un tema delicato, e sul quale pochi hanno osato ridere, come quello della morte.

Seguiranno poi altri appuntamenti dedicati al teatro con Massimo Barbero e lo spettacolo “Pinin e le maschere”, regia di Luciano Nattino (8 luglio, Parco Pineta); il reading “Farsi un fuoco”, tratto da Jack London, con Fabio Gaccioli e Ilaria Andaloro (voci recitanti) ed accompagnamento musicale (12 agosto, Parco Pineta); in settembre (il 25) “Il cammino delle stagioni”, proposto da Faber Teater, spettacolo scritto da Francesco Micca con Paola Bordignon.

Ci sono poi le serate dedicate ad excursus letterari, in particolare due serate proposte da Emanuele Ferrari, insegnante e scrittore (1 e 22 luglio, Parco Pineta): “Il cielo nascosto 22. Calici di parole” è il titolo di questi momenti tra reading e racconti, con la partecipazione di ospiti, accompagnamento musicale e degustazione di vini. Il 19 agosto (Parco Pineta) un appuntamento molto interessante sarà “Metà da ridere e metà no”, una narrazione-concerto sul mondo yiddish con Daniele Castellari (narratore) e Rocco Rosignoli (chitarra, fisarmonica, violino).

Un altro reading di spessore è previsto il 26 agosto (Parco Pineta): “Walking into the wild”, con letture di Franco Nasi e accompagnamento musicale di un trio jazz composto da Daniele Nasi (sax), Giancarlo Patris (contrabbasso) e Marcello Abate (chitarra).

Da segnalare altri eventi di interesse: venerdì 15 luglio ancora al Parco Pineta lo spettacolo multimediale “Antenne – di esapodi e foreste”, con Silvano Scaruffi, Giovanni Carotti e Luca Guerri; verrà anche proposto (il 18 luglio) sempre al Parco Pineta il documentario di Alessandro Scillitani su Paride Allegri, pioniere reggiano dell’ecologia e di uno stile di vita più compatibile con l’ambiente.

Non mancherà la musica, che anzi sarà protagonista di una nuova edizione del Casina Music Festival in agosto. Un’edizione che si allargherà rispetto ai tradizionali confini del jazz per compiere alcune incursioni verso la musica classica ma anche l’elettronica. Sono previste due “anteprime”, il 6 agosto, sabato, in occasione della Fiera del Parmigiano Reggiano a Casina, con il Whole Tone Trio e Noemi Tommasini, e martedì 9 agosto con il Marco Betti Trio in Pineta. Il clou del Festival si svilupperà nel periodo di Ferragosto: sabato 13 agosto alle ore 18 una camminata dal lago dei Pini fino a Valcava, dove alle ore 19.30 ci sarà la cena al sacco seguita dal 20.30 concerto al tramonto con Giovanni Mareggini (flauto) e Alberto Burani (arpa) con musiche di Luigi Valcavi. Il 14 agosto alle 18.30 nella Corte del Castello di Sarzano, il concerto Chitarre al Castello, con Giacomo Bigoni e Giorgio Genta. All’alba di Ferragosto (ore 6) sempre nella Corte del Castello di Sarzano, imperdibile concerto del Korok’ev Ensemble (Daniela Delle Carbornare – violino, Giordano Poloni – violino, Diego Benetti – clarinetto, Davide Crivellaro – chitarra elettrica ed acustica, Marcello Grandasso – fisarmonica ed elettronica) ensemble musicale veneto che offre un repertorio particolare tra jazz e classica arrivando ad esplorare i territori della musica elettronica, con una proposta molto originale.

Ci saranno anche, come detto, proposte per bambini e ragazzi: due serate saranno dedicate al ciclo Baracca e Burattini, lunedì 11 luglio al Parco Pineta Matteo Curatella presenta “Il Mat”, mercoledì 17 agosto nel cortile della Casa della Cultura. Progetto GG propone “Ho un bufalo nella testa”. Torneranno anche le attesissime Galline Volanti, che a Casina hanno sempre riscosso grande successo: domenica 24 luglio per tutto il giorno al Parco Pineta con le Fiabe in cuffia e le amache tra i pini, con laboratori e libri da scoprire; sabato 8 ottobre alle ore 15 al Lago dei Pini con la narrazione che concluderà le attività di “Intrecci”.

Per quanto riguarda l’ambito artistico infine, saranno realizzate anche quest’anno alcune opere di “land art” che aumenteranno quelle già presenti nel Parco Pineta: il 26 agosto verrà inaugurata la prima, realizzata da Andrea Gandini, mentre una seconda è in corso di assegnazione in questi giorni.

La rassegna Intrecci gode del sostegno dei Comuni di Casina e di Carpineti e della Regione Emilia-Romagna. Per maggiori informazioni: www.effettonotte.it.