Home Appennino Modenese GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano. Rinnovati gli Organi Amministrativi

GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano. Rinnovati gli Organi Amministrativi

GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano. Rinnovati gli Organi AmministrativiGiancarlo Cargioli, già Sindaco di Riolunato e Dirigente regionale e Davide Massarini, Presidente di Confcommercio Reggio Emilia sono stati confermati nella carica, rispettivamente, di Presidente e Vice Presidente del GAL. Gli altri Consiglieri sono Simona Bronzoni, direttore di filiale della CNA di Ventasso, che subentra alla dimissionaria Leonilde Montemerli e i confermati Daniele Immovilli e Carlo Bergamini.

Con la conferma da parte del CDA si apre un nuovo triennio di gestione in continuità col
precedente, come da volontà espressa dall’Assemblea dei soci che, nella seduta del 7 settembre, aveva rinnovato all’unanimità la fiducia ai Consiglieri e al Collegio Sindacale uscenti.

Cargioli, nell’esprimere il ringraziamento a nome di tutto il CDA ai soci per la fiducia confermata, illustra le linee sulle quali il GAL dovrà muoversi nel prossimo triennio.

“Dobbiamo gestire le fasi finali della programmazione 2014-2020 per la quale sono ancora aperti fino al 29 ottobre diversi bandi alcuni dei quali, come quelli sulle cooperative di Comunità e sulle reti di Impresa a fini turistici, sono particolarmente innovativi. A questo si aggiunge la programmazione e gestione delle risorse, pari a circa 2,5 milioni di Euro, che ci saranno assegnate per il biennio 2021-2022 per lo slittamento di due anni del piano 2014-2020. Dal 2023 partirà inoltre la nuova programmazione che dovrà vederci protagonisti attivi e preparati. Il prossimo triennio è quindi molto impegnativo per cui è necessario l’impegno di tutti. A tal fine intensificheremo i momenti di consultazione con la base per definire le modalità e le forme di intervento che possano rispondere al meglio alle aspettative del tessuto produttivo e sociale del territorio appenninico delle province di Modena e Reggio Emilia e renderlo sempre più solido dal punto di vista imprenditoriale e sempre più attrattivo dal punto di vista turistico”.