Home Top news by Italpress Von der Leyen “Accelerare sulla difesa europea”

Von der Leyen “Accelerare sulla difesa europea”

STRASBURGO (FRANCIA) (ITALPRESS) – “Abbiamo bisogno di una valutazione comune delle minacce che affrontiamo e di un approccio comune per affrontarle. Per questo, sotto la Presidenza francese del Consiglio, con Macron convocheremo un vertice sulla difesa europea”. Lo ha detto la presidente della Commissione Europea, Ursula Von der Leyen, nel suo discorso sullo Stato dell’Unione, davanti alla plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo.
“Una pandemia è una maratona, non uno sprint – ha poi spiegato Von der Leyen -. Ora dobbiamo accelerare la vaccinazione globale, continuare i nostri sforzi qui in Europa e rafforzare la nostra preparazione alla pandemia”.
“La nostra priorità più urgente è accelerare la vaccinazione globale – ha proseguito -. Ci siamo già impegnati a condividere 250 milioni di dosi. Aggiungeremo una nuova donazione di altri 200 milioni di dosi ai paesi a basso reddito fino alla metà del prossimo anno”.
In merito alla crisi in Afghanistan, la Von der Leyen ha ribadito: “Siamo al fianco del popolo afghano. Dobbiamo fare di tutto per scongiurare il rischio reale di una grave carestia e di un disastro umanitario. Ecco perchè aumenteremo nuovamente gli aiuti umanitari per l’Afghanistan di 100 milioni di euro, parte di un nuovo e più ampio pacchetto di sostegno”.
Su invito della presidente della Commissione, era presente alla seduta anche la campionessa paralimpica Bebe Vio. “La prendiamo come un esempio ispiratore – ha sottolineato Von der Leyen -, è riuscita a raggiungere grandi traguardi applicando il suo credo: se sembra possibile allora può essere fatto”.
“Lasciamoci ispirare anche da tutti i giovani che hanno cambiato la percezione del possibile, che dimostrano che si può raggiungere tutto quello in cui si crede. Questa è l’anima dell’Europa e il suo futuro, rendiamo l’Europa più forte insieme”, ha proseguito. L’Aula della plenaria di Strasburgo ha rivolto a Bebe Vio un lungo applauso.
(ITALPRESS).