Home Bassa reggiana Noleggiano furgone per andare a rubare: denunciati dai carabinieri di Reggiolo

Noleggiano furgone per andare a rubare: denunciati dai carabinieri di Reggiolo


Ora in onda:
_______________



Hanno preso a noleggio un furgone Renault Master sottoscrivendo un regolare contratto di noleggio per un giorno, il tempo necessario, stando ai loro piani, per consumare un furto ai danni di un’azienda reggiolese. Il colpo è saltato grazie al proprietario dell’azienda che li ha sorpresi nel bel mezzo del furto e, sebbene siano riusciti a fuggire, non si sono assicurati l’impunità. Le indagini dei carabinieri di Reggiolo, a cui la vittima ha formalizzato la relativa denuncia, hanno infatti portato all’individuazione dei due ladri ora finiti nei guai. Con l’accusa di tentato furto i militari della stazione di Reggiolo hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un 24enne correggese e un 19enne residente a Ferrara.

I due, secondo quanto ricostruito dai carabinieri reggiolesi, dopo aver preso a noleggio il furgone si sono recati nelle pertinenze di un’azienda di Reggiolo facendo man bassa di pompe sommerse rottamate che accatastavano all’esterno dell’azienda con l’intento di caricarle nel furgone preso a noleggio. L’arrivo del titolare faceva rivisitare i piani ai due ladri che vistisi scoperti si davano alla fuga. La vittima, che aveva rilevato il numero di targa del furgone a bordo del quale i due si dileguavano, si presentava ai carabinieri di Reggiolo formalizzando la denuncia. Grazie alla targa i carabinieri accertavano che il furgone era stato preso a noleggio da un uomo che, a fine novembre dell’anno scoro si era presentato presso una ditta di autonoleggio di Novellara stipulando un contratto per il noleggio. Da qui le attenzioni investigative venivano estese ad un giovane 24enne correggese, con il quale il sospetto era solito frequentarsi. La prova della loro univoca responsabilità in ordine al tentato furto è stata data dallo stesso derubato che in apposita seduta di individuazione fotografica riconosceva i due nei ladri che avevano tentato di asportare le pompe sommerse dal suo magazzino. Ricostruiti i fatti e accertate le responsabilità i due venivano denunciati per tentato furto.