Home Appennino Reggiano ASP Don Cavalletti: approvato l’iter per l’affidamento dei servizi all’ASC Teatro Appennino

ASP Don Cavalletti: approvato l’iter per l’affidamento dei servizi all’ASC Teatro Appennino

Nella serata di mercoledì, 20 gennaio, si è svolta l’Assemblea dell’ASP (Azienda Servizi alla Persona) Don Cavalletti di Carpineti, rappresentata dai Sindaci dell’Unione Montana dell’Appennino Reggiano. Una seduta che ha visto l’approvazione di un passaggio molto importante: l’assemblea infatti ha espresso l’orientamento di gestire la Casa Residenza Anziani mediante contratto di servizio con l’Azienda Speciale Consortile (ASC) Teatro Appennino, dopo l’espletamento delle procedure previste dalla L.R. n.12 del 2013. Di fatto prende il via la confluenza dei servizi dell’ASP Don Cavalletti nell’ASC Teatro Appennino, già attiva da diversi anni, unica azienda speciale pubblica presente sul territorio dell’Unione, che gestisce servizi culturali, di promozione del territorio e sociali.

L’Assemblea ha rappresentato il primo passaggio formale per questo iter, prendendo atto dell’incarico da affidare alla dottoressa Roberta Rava (che già la scorsa primavera aveva curato il progetto di fattibilità finanziaria per la riqualificazione e gestione della Don Cavalletti) affinchè rediga un nuovo piano industriale, che valuterà l’impatto del conferimento dei servizi attualmente in capo all’ASP Don Cavalletti all’ASC Teatro Appennino. Inoltre sarà costituito un nucleo tecnico-politico, che a seguito dello studio proporrà all’Assemblea i passaggi ulteriori verso il conferimento dei servizi all’ASC.

La Presidentessa del Consiglio di Amministrazione dell’ASP Don Cavalletti, Avvocato Elisa Codeluppi, appresa la decisione dei Sindaci, ha deciso di ritirare le proprie dimissioni dalla carica presentate la scorsa settimana, esprimendo apprezzamento per il passaggio ad ASC, e mettendo le proprie competenze e la propria professionalità a disposizione per agevolare i prossimi passaggi.

“Ritengo sia un momento importante – afferma il Sindaco di Carpineti, Tiziano Borghi – che pone il Don Cavalletti in condizioni migliori per affrontare il futuro, anche in termini del miglioramento strutturale. Per questo motivo tutti i Sindaci dell’Unione hanno trovato l’accordo su questo passaggio, approvato all’unanimità, e che sarà affrontato tenendo ovviamente in grande attenzione il ruolo, l’esperienza e la situazione del personale della struttura. È nostra intenzione preservare e mantenere i livelli occupazionali, tenendo anche conto della ristrutturazione dell’edificio precedentemente adibito a stalla e fienile, di proprietà dell’Asp Don Cavalletti, ad appartamenti protetti per ospiti autosufficienti”.