Home Cronaca Reggio Emilia: inizio del nuovo anno nel segno dei controlli in città...

Reggio Emilia: inizio del nuovo anno nel segno dei controlli in città e centro storico


Ora in onda:
_______________



Nel solco di quanto intrapreso nel corso del 2020, sono proseguiti i servizi di controllo straordinari del territorio disposti dal Questore di Reggio Emilia – in esito al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica – volti al contrasto della diffusione del Coronavirus Covid-19, nel rispetto del DPCM del 18 dicembre cosi detto “Decreto Natale”, relativo alle limitazioni previste in occasione delle festività.

I controlli hanno riguardato il comune di Reggio Emilia e in particolare gli accessi alla città da parte di automobilisti provenienti da aree fuori comune. Inoltre sono stati disposti ulteriori servizi volti a prevenire e contrastare la commissione di reati e ogni forma di illegalità e disturbo delle persone, nella zona di via Secchi, via Filippo Re, via Nobili, via Roma, via Bellaria e Parco del Popolo, che possano incidere negativamente sul senso di sicurezza percepita dei cittadini, oltre che a garantire il rispetto delle misure di contenimento del contagio, tra cui il divieto di assembramenti.

A tal proposito di seguito si comunicano i dati ed i risultati conseguiti dalla Polizia di Stato impiegati nei diversi servizi di controllo del territorio dal 1 al 6 gennaio 2021: 164 gli autoveicoli controllati; 757 le persone identificate; 488 le autocertificazioni acquisite e 8 le contravvenzioni elevate.

 

In particolare, durante i servizi straordinari di controllo del territorio, disposti il 5 gennaio scorso, venivano rilevate le seguenti attività:

  • due equipaggi della Polizia di Stato unitamente a personale della Polizia Locale di Reggio Emilia durante i servizi di controllo appositamente predisposti per il contrasto all’inosservanza delle disposizioni per il contenimento del rischio contagio da COVID-19, rilevava un anomalo assembramento di avventori all’interno di un bar in zona stazione. Dagli accertamenti veniva appurata, all’interno dell’esercizio ricettivo, la presenza di  nove avventori e contestata, a cura ella Polizia Locale, la sanzione amministrativa a cui è stata applicata quella accessoria dell’immediata chiusura provvisoria dell’esercizio commerciale per la durata di 5 giorni, ai sensi dell’ex art. 2, comma 2, del d.l. 33/2020.
  • Alle successive ore 20.40 circa, giungeva presso la linea d’emergenza 113 la segnalazione proveniente da via Nobili di una persona che era aveva sorpreso un individuo intento a rovistare all’interno della propria auto. Personale dipendente già impiegato in servizio di contrasto al degrado urbano nella zona di via Nobili, giungeva immediatamente sul posto e procedeva all’identificazione del reo, già noto alle forze dell’ordine, che il richiedente l’intervento aveva prontamente segnalato. A seguito delle attività di verifica espletate, il fermato G.C. classe 1983, veniva trovato in possesso di una pinza con manico in gomma della lunghezza di 19cm, sequestrata dagli agenti operanti. Al termine delle attività di rito G.C. veniva deferito, in stato di libertà, all’Autorità per i reati di tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

I servizi proseguiranno anche nei prossimi giorni.