Home Appennino Reggiano Regalo di Natale della Croce Verde per aiutare tutto l’anno le famiglie...

Regalo di Natale della Croce Verde per aiutare tutto l’anno le famiglie in difficoltà

La Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto ha iniziato in questi giorni, quasi come “regali” di Natale, una distribuzione di aiuti davvero di grande importanza, attraverso un progetto attivato in collaborazione con il Comune di Castelnovo Monti e i Servizi sociali in capo all’Unione dei Comuni dell’Appennino, che vede la collaborazione del Gruppo Alpini e del gruppo I Freschi.

Spiega il Presidente della Pubblica Assistenza, Iacopo Fiorentini: “Abbiamo ritenuto che quest’anno un’Associazione come la nostra dovesse concentrare i propri sforzi per sostenere le persone in difficoltà. Abbiamo quindi attivato questo “regalo di Natale” per la comunità. I nostri volontari, attraverso il loro operato, hanno stanziato un’importante donazione con cui sosterremo 40 famiglie in difficoltà per un anno intero. Verrà consegnato con cadenza quindicinale un pacco alimentare ad ogni famiglia, e la distribuzione verrà fatta dai nostri amici Alpini, sempre presenti e attivi quando si tratta di essere vicini alla comunità. A coordinare tutto ciò sarà l’Amministrazione Comunale di Castelnovo ne’ Monti attraverso i Servizi Sociali. Potevamo farlo da soli? Forse, ma sicuramente non così bene come unendo le forze, perché insieme siamo sempre molto più forti”.
Aggiunge l’Assessore all’Associazionismo e Volontariato del Comune di Castelnovo Monti,

Lucia Manfredi: “Ancora una volta, grazie allo spirito d’iniziativa e alla collaborazione dell’associazionismo, riusciamo a dare una risposta capillare e importante alle necessità espresse da numerose famiglie in difficoltà, in questo periodo di emergenza che ha fortemente inciso su economia e redditi. In particolare, la Croce Verde, in questa occasione insieme al Gruppo Alpini e al gruppo I Freschi, da mesi compiono uno straordinario lavoro attraverso il quale possiamo sperare che nessuno si senta in condizione di abbandono, ma anzi tutti possano avvertire lo spirito di vicinanza e solidarietà reciproca che da sempre sono una caratteristica fondamentale delle nostre comunità”.