Home Reggio Emilia San Lazzaro, nasce un’app per orientarsi al Campus e diffondere la storia...

San Lazzaro, nasce un’app per orientarsi al Campus e diffondere la storia dell’ex Ospedale psichiatrico

E’ stata presentata questa mattina in streaming nell’ambito della XV Settimana della Salute Mentale la nuova app “San Lazzaro” dedicata al parco e alla sua storia, creata dal DISMI (Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria) dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Realizzata a partire dal progetto “Dal manoscritto all’app “vincitore del concorso “Io amo i beni culturali” dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna per l’anno scolastico 2019-20, è stata pensata per consentire di orientarsi rapidamente nel Campus e per dare informazioni sulla storia del San Lazzaro (con la possibilità di vedere documenti non accessibili normalmente) e sulle attività che si svolgono oggi (ad esempio segnala i tre punti della “Palestra sotto il cielo” e, nella sezione novità, gli eventi in programma).

Il progetto originale prevedeva il coinvolgimento degli studenti dell’Istituto Zanelli per lo studio della storia del San Lazzaro e della vegetazione del parco, ma questa collaborazione non si è potuta realizzare a causa dell’epidemia da Covid 19.

Tramite l’app, che è disponibile su Playstore (e a breve lo sarà anche per Apple) è possibile “navigare” e muoversi nel Campus attraverso una mappa (che permette anche di individuare il padiglione che si sta cercando), scoprire cosa ospitavano gli edifici, vedere immagini storiche e anche sfogliare virtualmente il “cabreo” del 1702, un antico libro di mappe conservato nella Biblioteca scientifica “Carlo Livi”.

L’elaborazione dei testi e le ricerche d’archivio sono state curate dalla Biblioteca “Livi” e dall’Archivio dell’Ex Ospedale psichiatrico San Lazzaro dell’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia. La progettazione e realizzazione è a cura del “DISMI” dell’ Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Il video, cui hanno partecipato Marco Mamei, docente del Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria di UniMoRe; Matteo Zecchetti, laureando del Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria UniMoRe e creatore dell’app e Chiara Bombardieri della Biblioteca “Livi”, resterà visibile sui canali social dedicati alla Settimana della Salute Mentale: https://www.facebook.com/Settimana-della-salute-mentale-111489207233459

L’app si può scaricare al link https://play.google.com/store/apps/details?id=san.lazzaro