Home In evidenza Reggio Emilia Covid, l’AUsl di Reggio Emilia ricorda le misure previste per chi rientra...

Covid, l’AUsl di Reggio Emilia ricorda le misure previste per chi rientra da altri paesi

Col periodo estivo si intensificano i rientri o gli arrivi in Italia dall’estero. L’Azienda Usl di Reggio Emilia ricorda l’importanza di rispettare le norme in vigore per chi proviene da Paesi per i quali il Ministero della Salute ha previsto misure specifiche. Le indicazioni riguardano tutti i cittadini italiani, ma anche i lavoratori stranieri che, dopo essere stati nel loro Paese d’origine, fanno rientro sul territorio nazionale. In particolare, diverse categorie di lavoratori (badanti, assistenti familiari, ecc.) prestano la loro attività a stretto contatto con soggetti fragili e non autosufficienti che sono tra i più esposti al possibile contagio da Covid-19, ed è quindi assolutamente necessario rispettare le misure di prevenzione, come ad esempio l’isolamento fiduciario ove previsto.

Vista l’attuale situazione epidemiologica, le assistenti familiari che rientrano al lavoro sul territorio nazionale e provenienti da Romania, Bulgaria o da altri Stati non indicati nell’elenco riportato sotto, devono registrarsi, ai fini dell’autoisolamento di 14 giorni, al Dipartimento di sanità pubblica che provvederà ad organizzare l’esecuzione dei tamponi.

Per questo occorre compilare il modulo online  http://salute.regione.emilia-romagna.it/rientro-estero o dalle news della home page del sito www.ausl.re.it per poter effettuare il tampone entro 48 ore dal rientro.

In breve tempo si verrà contattati dall’Ausl, che disporrà l’isolamento domiciliare fiduciario, la programmazione dei tamponi, verificherà l’idoneità alloggiativa per l’isolamento ed effettuerà  la sorveglianza sanitaria.

Dal 24 luglio non è necessaria la segnalazione per chi rientra da:

  • Stati  membri dell’Unione europea. CON ALCUNE ECCEZIONI: Romania e Bulgaria (il 24 luglio scorso il Ministro della Salute ha firmato un’ordinanza che dispone la quarantena per i cittadini italiani e stranieri che negli ultimi giorni abbiano soggiornato in questi due Paesi)
  • Paesi parte dell’accordo di Schengen (Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera)
  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord
  • Andorra, Principato di Monaco
  • Repubblica di San Marino, Stato della Città del Vaticano

Chi entra da questi Paesi non dovrà più giustificare le ragioni del viaggio e non è sottoposto all’obbligo di isolamento fiduciario per 14 giorni all’ingresso in Italia, salvo che non abbia soggiornato in un Paese diverso da questi nei 14 giorni anteriori all’ingresso in Italia.

Resta naturalmente confermato l’obbligo di compilare il modulo online  http://salute.regione.emilia romagna.it/rientro-estero  o dalle news della home page del sito www.ausl.re.it per poter effettuare il tampone entro 48 ore dal rientro.

***

Rientri da Spagna, Croazia, Malta e Grecia, indicazioni per la corretta registrazione del modulo online  

In base alle recenti disposizioni della Regione Emilia-Romagna, chi rientra da Grecia, Croazia, Malta e Spagna, in assenza di sintomi, non deve sottoporsi ad isolamento fiduciario sia per quanto riguarda il periodo di attesa per essere sottoposti a tampone, sia per quanto riguarda il periodo di attesa dell’esito del test.

Resta naturalmente confermato l’obbligo di compilare il modulo online  http://salute.regione.emilia-romagna.it/rientro-estero  o dalle news della home page del sito www.ausl.re.it per poter effettuare il tampone entro 48 ore dal rientro.

Le persone che si registrano sul portale e che devono indicare un numero di cellulare e non di rete fissa,  riceveranno un sms con luogo, data e ora della prenotazione; questi cittadini, dopo avere ricevuto l’sms, dovranno recarsi nella giornata prestabilita al Drive del distretto di residenza:

–        Reggio Emilia  Camera calda ex Pronto Soccorso

–        Castelnovo ne’ Monti  Sede dell’unione Montana Dei Comuni Appennino Reggiano

–        Guastalla Tensostruttura Parcheggio di fronte alla Croce Rossa

–        Correggio   Camera calda Pronto  Soccorso

–        Scandiano  Camera calda Pronto  Soccorso

–        Montecchio Camera calda secondaria dell’Ospedale

 

L’esito dell’esame può essere scaricato anche dal Fascicolo Sanitario Elettronico.

Non deve sottoporsi a tampone chi ha già fatto l’esame all’arrivo in un aeroporto italiano o chi ha eseguito il test (molecolare o antigenico) nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale,  con  risultato negativo.

ATTENZIONE! In caso di insorgenza di sintomi riconducibili a COVID-19, resta fermo l’obbligo per chiunque di sottoporsi ad isolamento e segnalare tale situazione con tempestività all’Autorità sanitaria attraverso le modalità previste (contatto con il proprio Medico di Medicina generale, Pediatra di Libera Scelta, Medico di continuità assistenziale o, in casi gravi, chiamando il 118. Non recarsi direttamente in Pronto soccorso).

 

Per informazioni è possibile chiamare il numero 0522.339000, attivo dal lunedì al venerdì 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 12.30.