Home Appennino Reggiano Riprende in forma ridotta e contingentata l’attività dei mercati di Felina e...

Riprende in forma ridotta e contingentata l’attività dei mercati di Felina e Castelnovo dall’8 maggio

Da venerdì, 8 maggio, riprende anche l’attività dei mercati, così come consentito dal DPCM sulla cosiddetta Fase 2. Il primo a ripartire sarà il mercato della frazione di Felina (piazza Zanni), che sarà poi seguito lunedì 11 maggio da quello di Castelnovo Monti (in piazzale Matteotti). Sarà una ripresa comunque limitata e legata ad alcune disposizioni piuttosto stringenti: in primis potranno essere presenti in questa fase soltanto i banchi legati alla vendita di prodotti agro alimentari. Il tema è oggetto di un’apposita ordinanza firmata dal Vicesindaco Emanuele Ferrari, che si rifà a quella emessa dal Presidente della Regione Emilia-Romagna.

L’ordinanza comunale dispone che “sono consentiti i mercati a merceologia esclusiva per la vendita di prodotti alimentari, in spazi pubblici stabilmente recintati o comunque perimetrati con strutture idonee a non consentire l’accesso libero all’area”, in modo da garantire le condizioni di sicurezza per operatori e cittadinanza al pari degli altri esercizi commerciali che trattano gli stessi generi, disposte dalle Autorità.

Sono state quindi individuate per il solo periodo di emergenza epidemiologica, aree provvisorie ritenute idonee per il posizionamento dei banchi alimentari, che potessero facilitare l’osservanza di queste disposizioni. Nello specifico come accennato, per il mercato del lunedì a Castelnovo Monti l’area di piazzale Matteotti, per quanto riguarda i 4 banchi del settore alimentare individuati tra quelli che abitualmente sono presenti nel mercato ordinario.

Per il mercato del venerdì a Felina l’area di piazza Zanni, per quanto riguarda i 2 banchi del settore alimentare del mercato settimanale ordinario, più un posteggio nella stessa area da destinare al banco del pesce fresco normalmente presente alla spunta, per assicurare la fornitura di questa tipologia di alimento alla cittadinanza della frazione.

Questa collocazione temporanea consentirà di assicurare ampi spazi per la clientela, così da evitare assembramenti e da garantire sempre l’osservanza della distanza interpersonale di almeno un metro su tutta l’area del mercato; inoltre consentiranno la sorveglianza da parte del personale addetto e degli organi di Polizia che saranno presenti durante lo svolgimento dei mercati. Il Comune provvederà con propri mezzi alla recinzione con transenne delle aree e alla regolamentazione degli accessi. Saranno disponibili all’ingresso delle aree di mercato i sistemi di disinfezione delle mani. Sia agli operatori che ai clienti viene disposto dall’ordinanza l’utilizzo di mascherine e di guanti usa e getta. Saranno anche regolamentati gli accessi ai banchi,in funzione degli spazi disponibili al fine di evitare assembramenti.

Queste disposizioni resteranno in vigore fino al 17 maggio, per poi valutare quelle che saranno le indicazioni fornite da Governo e Regione in vista dell’ulteriore step di ripartenza delle attività, preannunciate per il 18 maggio. Nel caso potranno essere prorogate.