Home Appuntamenti 25 aprile a Cavriago: video messaggio del partigiano Delinger e letture di...

25 aprile a Cavriago: video messaggio del partigiano Delinger e letture di vari cittadini

“Oggi come ieri, insieme, dobbiamo lottare. Ora dobbiamo combattere questo virus che ha colpito già tante persone in tutti i Paesi del mondo. Abbiamo messo fine alla guerra 75 anni fa. Oggi dobbiamo vincere quest’altra battaglia, insieme, uniti, come è avvenuto durante la resistenza. Sperando così, il prossimo anno, di poter celebrare la Liberazione potendoci abbracciare, potendoci dare la mano e potendo cantare, come abbiamo sempre fatto. Buon 25 aprile 2020”.

Sono queste le parole che il partigiano Livio Piccinini “Delinger” ha fatto arrivare ai cavriaghesi attraverso un video messaggio pubblicato sulle pagine facebook istituzionali. “Delinger” infatti è nato a Cavriago e ne è cittadino onorario. Ha sempre partecipato alle cerimonie organizzate per il 25 aprile e quest’anno, seppur a distanza, non poteva mancare all’appello.

L’amministrazione comunale insieme ad Anpi, Associazione culturale Carmen Zanti, Alpini e centro cultura Multiplo aveva organizzato una serie di iniziative poi riviste alla luce dell’emergenza. Per celebrare comunque l’anniversario della Liberazione insieme hanno scelto di trasmettere in diretta facebook, il 25 aprile alle 9.15, il giro dei cippi che effettueranno la sindaca Francesca Bedogni insieme a Massimo Vaccari (Anpi Cavriago) e di pubblicare il 23, 24 e 25 aprile una serie di letture e video a tema, ad opera di studiosi e cittadini cavriaghesi di varie età. Si tratta di testi tratti da libri storici, racconti di staffette partigiane, stralci di discorsi di Carmen Zanti, storie relative a bombardamenti e a rastrellamenti avvenuti durante la guerra in paese e tanto altro. La santa messa, celebrata da Don Claudio Gonzaga, sarà trasmessa in diretta il 25 aprile alle 11 sulla pagina della parrocchia “Il Campanile” e sulla web tv “Cavriago on air”.

Come spiega la sindaca Francesca Bedogni “Ci dispiace molto non poter celebrare quest’anno il 25 aprile a dovere insieme a tutta la cittadinanza, avevamo preparato con Anpi, Alpini e vari associazioni locali una giornata piena di iniziative. Ma vista l’emergenza sanitaria è giusto pensare in primis alla salute delle persone e crediamo che anche coloro che in passato si sono spesi per la libertà pure a costo della loro stessa vita capirebbero che ora è in corso un’altra battaglia e che le tradizionali abitudini devono essere riviste, anche con dispiacere. Stiamo infatti combattendo, seppur non con le armi, una dura battaglia. Come un tempo la solidarietà fra le persone e l’impegno dei partigiani nella lotta di liberazione furono fondamentali, oggi ci troviamo a combattere un nemico invisibile che con sacrifici comuni e con l’impegno di tutti potremo sconfiggere. Ringrazio infine Livio Piccinini che a 96 anni ci ha mandato un bellissimo video messaggio”.

Da Anpi, sezione di Cavriago, sottolineano: “È doveroso ricordare la festa della Liberazione e rendere omaggio alle nostre partigiane e ai nostri partigiani, alle staffette, a chi si è opposto al fascismo ed è stato arrestato e deportato, e alla popolazione che anche a Cavriago è stata un aiuto fondamentale alla Resistenza, offrendo cibo, ospitalità e collaborando come meglio potevano. È importante farlo anche quest’anno per continuare ad alimentare il senso di comunità e i valori della Resistenza e dell’Antifascismo anche e soprattutto in un periodo come questo”.