Home Appennino Reggiano Castelnovo M.: ringraziamento del Presidente Fiorentini e del Sindaco Bini ai Volontari...

Castelnovo M.: ringraziamento del Presidente Fiorentini e del Sindaco Bini ai Volontari della Croce Verde per il loro straordinario lavoro

“Lo faccio già ogni giorno di persona, ma avverto il bisogno di ringraziare anche pubblicamente, dal profondo del cuore, tutti i volontari della Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto per il lavoro che stanno conducendo in questo periodo di emergenza. I nostri volontari e collaboratori sono la vera anima dell‘Associazione che ogni giorno si mettono al servizio della comunità, rischiando anche la propria salute, ma consapevoli che sono protagonisti di un contributo fondamentale per assistere chi è ammalato, chi deve affrontare un’emergenza e si trova nel bisogno. Di nuovo, grazie a tutti voi”.

Così il presidente della Pubblica assistenza, Iacopo Fiorentini, si esprime rispetto a quanto uomini e donne, ragazzi e ragazze della Croce Verde stanno facendo in questo periodo, senza risparmiare energie e non tirandosi mai indietro.

“In media – prosegue Fiorentini – abbiamo 35 persone impegnate tutti i giorni, 4 mezzi di emergenza attivi H24, abbiamo effettuato oltre 250 consegne di farmaci, centinaia e centinaia di servizi e migliaia di km. Per le consegne a domicilio di alimenti e medicinali abbiamo avuto l’indispensabile collaborazione di altre associazioni come Cieli Sereni, l’Associazione Alpini, i gruppi di Protezione civile. Assicuro alla comunità che stiamo portando avanti un lavoro che è molto, molto più consistente di quello, già elevato, che conducevamo prima dell’emergenza coronavirus. So che non ci sarebbe bisogno di dirlo, perché la comunità stessa ci sta dimostrando di rendersene conto: sono profondamente emozionato quando vedo arrivare alla nostra sede donazioni di cibo, di mascherine, di tute e qualsiasi tipo di presidio e genere di sostegno per i volontari. Un ulteriore aspetto che voglio rimarcare è proprio quanto sia importante per noi in questa fase poter contare sulla nuova sede in via dei Partigiani: ci sta aiutando davvero tanto, in quanto gli spazi e le strutture ci permettono di riuscire a gestire al meglio ogni fase del lavoro”.

Conclude il Presidente della Croce Verde di Castelnovo e Vetto: “Il motto che abbiamo adottato in questi giorni è “Ingentilire i Cuori”, ed è davvero rispondente a quanto stiamo vivendo: il nostro Paese sta vivendo una pandemia tremenda , tutte le associazioni Anpas, come sempre , sono impegnate al servizio di chi ne ha bisogno. A tutte, quelle dell’Appennino, della Provincia, della nostra regione e di tutta Italia, va il mio augurio di buon lavoro, a tutti i volontari il mio ringraziamento e alle famiglie la mia comprensione per l’ansia che vivono quando un loro caro è in servizio. Si ripete che “andrà tutto bene”:

lo penso anch’io anche se ci vorrà ancora un po’ di tempo. Tempo che impiegheremo a favore di chiunque avrà bisogno di noi. Nel frattempo, chi può ci invii messaggi di sostegno: per i volontari la vicinanza della gente è l’unica vera ricompensa”.

E ai ringraziamenti di Fiorentini, si aggiungono anche quelli del Sindaco di Castelnovo e Presidente dell’Unione Comuni Appennino, Enrico Bini: “Esprimo a nome di tutta la comunità profonda gratitudine ai volontari e collaboratori della Croce Verde: il loro impegno è prezioso quanto quello dei sanitari che operano negli ospedali per contrastare la pandemia. Un servizio di prima linea, portato avanti con estrema generosità e senza paura. Ci stiamo rendendo conto in questi giorni di quanto sia prezioso: ne eravamo consapevoli anche prima ma ora viene richiesto a tutti loro uno sforzo immane. Non lo dimenticheremo anche quando l’emergenza sarà superata, anzi credo che potrà essere lo stimolo per tanti che vogliano avvicinarsi a queste forme di volontariato, di cui in un territorio come l’Appennino, con una popolazione che conta molti anziani, persone con disagio e fragili, ha sempre molto bisogno. Oggi possiamo contare, attraverso la Croce Verde di Castelnovo e Vetto, su una realtà che per organizzazione, strumenti, strutture ha davvero pochi eguali in regione, anche in città ben più grandi”.