Home Appennino Reggiano Ancora tante proposte ed eventi in Appennino fino a Natale

Ancora tante proposte ed eventi in Appennino fino a Natale

Proseguono le tante iniziative sul territorio appenninico in vista delle festività natalizie. Va avanti ad esempio in piazza Gramsci (fino al 31 dicembre) il Mercatino di Natale della solidarietà, con idee regalo, decorazioni, cesti natalizi, manufatti, oggettistica africana e prodotti biologici confezionati dai ragazzi dei centri diurni per disabili, Fa.Ce, dai ragazzi e ospiti della Comunità “MartaMaria”, Vogliamo la Luna e Gaom (orari: 9.30 – 12.30 e 15.30 – 19).

Domani sera, mercoledì 18 dicembre, il Teatro Bismantova ospita alle ore 21 il Galà di danza “Natale in punta di piedi”, giunto all’ottava edizione: uno spettacolo di danza classica e moderna delle allieve del Centro Danza Appennino (direttore artistico: Francesco Melillo, presidente: Mimmo Delli Paoli). Ospiti d’onore della serata saranno l’Etoile Luciana Savignano e il Maestro Etoile Carlos Palacios. Giovedì 19 dicembre è in programma la rappresentazione natalizia dell’asilo Mater Dei a cura dei bambini della Scuola dell’Infanzia parrocchiale, all’Oratorio Don Bosco alle ore 20. E sempre giovedì, alle 20.30 nella sala concerti dell’Istituto Merulo, l’associazione Sentieri del Sollievo propone una serata di musica e creazioni artistiche dal titolo “Io sono l’altro: vedere la musica”, con la partecipazione dell’artista e illustratore Mauro Moretti (ore 20.30). Un’esibizione grafico-sonora in cui Moretti disegnerà a ritmo di musica, su brani scelti per la loro vicinanza al tema.
Venerdì 20 dicembre compie gli anni il centro sportivo polifunzionale Onda della Pietra, che celebra la ricorrenza con l’evento “Un paese per lo sport: brindisi di Natale con le associazioni sportive”, a partire dalle 18.30 (per informazioni: Onda della Pietra tel. 0522 612091, www.ondadellapietra.it).
Sempre venerdì, al Teatro Bismantova uno spettacolo divertente e di alto livello nell’ambito della stagione 2019-2020: torna a calcare il palco castelnovese il Duo Baldo, insieme a Maria Luigia Borsi, con “Un concerto quasi natalizio”: un trio pirotecnico, composto da uno “spavaldo” soprano lirico, Maria Luigia Borsi appunto, un virtuoso “funambolico” violinista, Brad Repp, e uno “sconcertante” attore/pianista, Aldo Gentileschi, che proporrà celebri arie d’opera e deliziosi brani per violino e piano.
La stessa sera al Parco Tegge ci sarà il “Canto di Natale”, la rappresentazione natalizia degli alunni della Scuola primaria “Don Zanni” accompagnati dalla Banda Musicale di Felina (dalle ore 20).
Sabato 21 dicembre ancora al Teatro Bismantova è in programma al mattino “Natale Geniale”, lo spettacolo degli alunni della Scuola primaria “Giovanni XXIII” di Castelnovo, mentre nel pomeriggio all’Onda della Pietra (ore 16) Babbo Natale consegnerà i dolci ai bambini della scuola nuoto.
Domenica 22 dicembre sarà di scena “Il Natale ne’ Monti di Castelnovo C’entro”: shopping, eventi e gastronomia, il Mercatino in Centro Storico, mercatino dell’ingegno, artigianato, prodotti tipici e animazione dalle ore 10; poi nel pomeriggio, dalle 15, in piazza Peretti ci saranno i Giochi di Natale in piazza, animazione per bambini. Sempre domenica pomeriggio appuntamento da non perdere al Centro Fiera, in via dei Partigiani, per l’inaugurazione della Casa del Volontariato – Casa Croce Verde (dalle 14.30). Infine, domenica sera dalle 20.30 all’Oratorio Don Bosco ci sarà il Concerto di Natale con il Coro Bismantova, la Corale della Resurrezione, la Banda Musicale di Felina, la Compagnia Piccolo Sistina e il gruppo musica d’insieme “La Scintilla” dell’Istituto Musicale Peri-Merulo, con brani natalizi e non solo. Un appuntamento musicale di grande qualità e che sarà estremamente coinvolgente.
Proseguono anche gli appuntamenti espositivi in corso in questi giorni: fino a domenica 22 dicembre la mostra “Suggestioni”, con le fotografie di Benito Vanicelli nei locali del Teatro Bismantova (visitabile negli orari di apertura di Cinema e Teatro). E a Palazzo Ducale, fino a domenica 26 gennaio 2020, prosegue “L’abbandono del respiro”, con le opere di Livio Ceschin, per molti critici il più grande incisore italiano vivente: è possibile visitare la mostra ogni venerdì, sabato e domenica e festivi dalle 15.30 alle 18.30.