Home Appennino Reggiano Un piccolo paese di montagna dalla grande solidarietà: Civago fa avanzare i...

Un piccolo paese di montagna dalla grande solidarietà: Civago fa avanzare i progetti GRADE

Civago è un paese piccolo, ma dal cuore grande. Un incantevole angolo dell’alto Appennino, nel territorio di Villa Minozzo, che sa esprimere la solidarietà in molteplici forme. Anche l’estate scorsa, come è ormai consuetudine, a Civago è stata promossa un’iniziativa conviviale con l’obiettivo di devolvere fondi a realtà che, con il loro lavoro di ricerca e assistenza, si adoperano nella specializzazione delle competenze per il bene di tutti: GRADE e Croce Verde di Villa Minozzo.

Nel mese di agosto, momento dell’anno in cui la popolazione del borgo si moltiplica attraverso l’arrivo di turisti e proprietari delle seconde case, spesso di famiglia, è stata organizzata dalla Proloco la “Polentata della solidarietà”: la centrale via Costa ha ospitato davvero tante persone in una serata pienamente riuscita.
“Nel cuore e nella memoria di tutti i volontari e di coloro che erano seduti ai tavoli – spiega la Proloco di Civago – c’erano le persone che non sono più con noi perché vinte dalla malattia, ma ancora più grande la speranza per chi si trova a fronteggiarla che, grazie al progresso della ricerca, tutto diventi più affrontabile”.

Nel piccolo borgo, per questo evento, si è respirata non solo l’aria buona che caratterizza il crinale, ma il valore di impegnarsi tutti insieme per una causa comune. Una bella serata di festa che si è conclusa con i fuochi d’artificio. E il clima di festa e amicizia ha contrassegnato anche la consegna dei fondi raccolti al GRADE, avvenuta nei giorni scorsi: ben 2000 euro che andranno a sostenere i progetti di ricerca e le attività del Gruppo Amici dell’Ematologia. “Ogni anno grazie all’attenzione e alla solidarietà espressa dal territorio – afferma il Direttore della Fondazione, Roberto Abati – riceviamo donazioni indispensabili per far avanzare i nostri progetti, da un po’ tutto il territorio provinciale: l’attenzione e la capacità organizzativa di un piccolo borgo appenninico come Civago, con l’intero paese che si è mobilitato per questo obiettivo, è davvero significativa di come ogni contributo sia fondamentale. Grazie davvero in primo luogo agli organizzatori dell’evento, e a tutti coloro che vi hanno preso parte”.