Home Appennino Reggiano Casina, dopo le proposte dei cittadini si riqualifica il centro

Casina, dopo le proposte dei cittadini si riqualifica il centro

Regalo di Natale alla comunità di Casina. “Grazie alla partecipazione a un bando regionale per la rigenerazione partecipata del centro urbano daremo ora un contributo fondamentale per riqualificare il centro di Casina e i suoi spazi urbani, per un migliore riuso del patrimonio edilizio esistente così come ci aveva chiesto la popolazione”, spiega il sindaco Stefano Costi.

Casina, infatti, è uno dei 37 Comuni (10° in graduatoria grazie al progetto redatto dall’ufficio tecnico 120 le domande presentate) e Unioni ammessi a contributo grazie al bando per la rigenerazione urbana che prevede uno stanziamento complessivo di 36,5 milioni di euro, di cui 1 (con il finanziamento massimo ottenibile) finirà a proprio all’ombra di Sarzano. Le risorse regionali sono previste grazie al Fondo di sviluppo e coesione e, in misura minore, dalla Cassa depositi e prestiti per l’housing sociale.

“E’ previsto un cofinanziamento da parte del Comune – dettaglia Tommaso Manfreda, assessore ai lavori pubblici – e con la Regione daremo il via a un vero e proprio ‘contratto di rigenerazione urbana’ che definirà il dettaglio degli interventi, il piano economico-finanziario e il relativo cronoprogramma di attuazione. Per Casina il progetto si realizzerà in tre stralci. Entro il 31 dicembre 2019 avremo appaltato i lavori di questo che era anche un nostro obiettivo di programma elettorale”.

“La forza di questo progetto e il suo carattere di innovatività è nell’avere coinvolto la collettività nel ripensare il centro storico – aggiunge Grazia Filippi Ferro, assessore alla progettazione partecipata – solo lo scorso giugno erano stati esposti i risultati del percorso di partecipazione condotto dalla coordinatrice del progetto, la società Eubios, e dall’Università di Parma che aveva sintetizzato le volontà dei cittadini”.

Nel progetto casinese si andrà a realizzare un’area pedonale e un’importante mobilità sostenibile in tutta via Roma, nel centro di Casina, comprendendo Largo Tricolore sino a via Marconi, così facendo saranno messi in sicurezza i pedoni anche con la rimozione delle barriere architettoniche. In via Caduti della Libertà si abbatteranno analoghe barriere con il rifacimento delle corsie pedonali. Significativo il collegamento, con piazze e spazi pubblici, tra i giardini pubblici e la biblioteca, con l’acquisto e la rifunzionalizzazione di un’area privata che con la realizzazione di uno spazio coperto polivalente a basso impatto (per concerti, mercato coperto, parcheggio…).

Infine, la piazza antistante il Municipio sarà l’ultima a essere riqualificata con alberi e una fontana, ma per quest’ultima parte forse occorrerà attendere un ulteriore stralcio.

“Ringraziamo la nostra Regione per la lungimiranza dimostrata nel mettere a disposizione questi strumenti – conclude Costi – che consentono di concretizzare interventi di questo tipo, altrimenti difficilmente realizzabili, cogliendo la grande novità della rigenerazione come motore di sviluppo del territorio e siamo grati alla cittadinanza di Casina (furono 300 le persone intervenute nella fase dell’indagine) per il contributo offerto”.